logo Hotel Monte Nerone
logo Hotel Monte Nerone

Gubbio

Vista aerea di Gubbio
Home » Gubbio

Gubbio è una delle città più belle e antiche dell’Umbria: vi innamorerete di questa città!

Il centro storico di Gubbio

Il centro storico di Gubbio conserva intatto il suo fascino medievale, come in Piazza Grande, il cuore della città, dove si affacciano il Palazzo dei Consoli, il Palazzo Pretorio e il Duomo.

Il Palazzo dei Consoli ospita il Museo Civico, che custodisce tra le altre cose le famose Tavole Eugubine, un’importante testimonianza della lingua e della cultura degli antichi Umbri.

Il Duomo, invece, è una splendida cattedrale gotica che custodisce opere d’arte di grande valore, come il polittico di Ottaviano Nelli e la Madonna col Bambino di Donatello.

Dalla Piazza Grande si può poi scendere lungo le caratteristiche vie del centro, ammirando i palazzi nobiliari, le chiese romaniche e le fontane medievali che si incontrano lungo il percorso.

Da non perdere la Basilica di Sant’Ubaldo, che si raggiunge con la funivia panoramica e che conserva le spoglie del santo patrono di Gubbio. Da qui si può godere di una vista mozzafiato sulla città e sulla valle sottostante.

Il territorio circostante

La scoperta del territorio circostante Gubbio offre molte opportunità per gli amanti della natura e dell’avventura: tra escursioni a piedi o in bicicletta, tra boschi, colline e borghi medievali.

I più temerari possono provare il parapendio o il rafting sul fiume Chiascio. Se invece si vuole qualcosa di più tranquillo, si possono visitare le grotte di Frasassi, uno dei complessi speleologici più belli d’Europa, o il Parco Regionale del Monte Cucco, dove si possono osservare diverse specie di animali selvatici.

Non solo storia e natura

Non si può lasciare Gubbio senza aver assaggiato le sue specialità gastronomiche, che sono un vero tripudio di sapori.

Tra i piatti tipici ci sono i crescionda, una sorta di focaccia ripiena di formaggio e verdure, i tortelli alla lastra, una pasta fresca condita con ragù o erbe aromatiche, la crescia al panaro, una sfoglia croccante farcita con salumi e formaggi, e il tartufo nero, che si trova in abbondanza nei boschi umbri.

Per accompagnare il tutto, non mancate di bere un buon bicchiere di vino locale, come il Sagrantino di Montefalco o il Grechetto di Todi.