logo Hotel Monte Nerone
logo Hotel Monte Nerone

Sentiero Italia: punto di partenza

Cavalli al pascolo sul Monte Nerone lungo Sentiero Italia

L’Hotel Montenerone è un punto di partenza per affrontare il Sentiero Italia nelle Marche. Si possono così incontrare escursionisti che si apprestano ad affrontare la sfida di questo lungo percorso di trekking che attraversa l’intero Paese, offrendo un’ampia varietà di paesaggi e luoghi di interesse storico e culturale.

Che cos’è il Sentiero Italia del CAI

Il Sentiero Italia del CAI è uno dei percorsi escursionistici più lunghi e affascinanti del mondo, che collega tutte le regioni italiane attraverso oltre 7000 chilometri di sentieri. Il progetto, nato nel 1983 e rilanciato nel 2016 dal Club Alpino Italiano, ha l’obiettivo di valorizzare la bellezza, il fascino e le tradizioni dei territori interni, spesso dimenticati dal turismo di massa.

Si sviluppa per oltre 500 tappe lungo l’intera dorsale appenninica, isole comprese, e il versante meridionale delle Alpi, utilizzando per lo più alcune vie sentieristiche già esistenti. Ogni tappa ha una lunghezza media di 15 chilometri e un dislivello medio di 800 metri. Il percorso è segnalato da cartelli segnavia colorati di rosso-bianco-rosso e da pannelli informativi con il logo del progetto.

Percorrendolo si possono scoprire paesaggi diversi e suggestivi, dalla macchia mediterranea della Sardegna alle vette innevate delle Alpi, passando per i boschi, i laghi, i vulcani e i borghi storici degli Appennini. Lungo il percorso si possono incontrare anche testimonianze culturali, artistiche e gastronomiche delle diverse regioni italiane.

Tra le tappe più interessanti e curiose del Sentiero Italia del CAI che possiamo trovare nelle vicinanze possiamo citare:

  • La tappa 321 nel Lazio, che parte da Roma e segue la Via Francigena, l’antico itinerario dei pellegrini che si recavano a Roma dal nord Europa.
  • La tappa 353 tra Umbria e Marche, che attraversa il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, un’area protetta ricca di biodiversità e di leggende legate alla figura della Sibilla, una maga che abitava in una grotta sul Monte Sibilla.
  • La tappa 388 tra Toscana e Emilia-Romagna, che percorre la Grande Escursione Appenninica (GEA), un sentiero di circa 400 chilometri che collega Bocca Trabaria a Passo dei Due Santi, toccando alcuni dei luoghi più belli e significativi dell’Appennino tosco-emiliano.

Il Sentiero Italia del CAI è una sfida e un’opportunità per tutti gli appassionati di escursionismo e di natura, ma anche per chi vuole conoscere meglio il nostro paese e le sue ricchezze.

Per maggiori informazioni sul progetto, sulle tappe e sui punti di accoglienza si può visitare il sito ufficiale https://sentieroitalia.cai.it o seguire il blog https://sentieroitalia.cai.it/blog.

La tappa del Monte Nerone

Tra le tante tappe, una delle più interessanti è quella che parte da Pieia, nelle Marche, e arriva a Serravalle di Carda, passando per la cima del Monte Nerone.

Il Monte Nerone è una montagna che domina la valle del Metauro e che offre panorami mozzafiato sulle colline marchigiane e sull’Appennino centrale. La sua altezza è di 1525 metri e la sua vetta è caratterizzata da una grande croce metallica, eretta nel 1933 in onore dei caduti della prima guerra mondiale. Il Monte Nerone è anche noto per essere stato il luogo di una delle più cruente battaglie della seconda guerra mondiale, quando nel giugno del 1944 le truppe tedesche si scontrarono con quelle alleate per il controllo della linea gotica.

Serravalle di Carda è un piccolo borgo medievale situato ai piedi del Monte Nerone, a circa 800 metri di altitudine. Il suo nome deriva dal fatto che si trova in una stretta valle attraversata dal torrente Carda, un affluente del Metauro. Il paese conserva ancora le sue antiche mura e il suo castello, edificato nel XII secolo dai conti di Nocera. Serravalle di Carda è anche famoso per essere il luogo di nascita di San Romualdo, il fondatore dell’ordine dei Camaldolesi, una delle più importanti famiglie monastiche della storia cristiana.

Il sentiero Italia da Pieia a Serravalle di Carda è una tappa di media lunghezza e dislivello, che richiede circa 4 ore di cammino. Si parte da Pieia, un piccolo paese situato a 703 metri di altitudine, e si sale parallelamente alla strada del Monte Nerone fino al Rifugio Cupa, un accogliente rifugio alpino gestito dal CAI. Da qui si prosegue fino alla vetta del Monte Nerone, dove si può ammirare un panorama spettacolare a 360 gradi. Seguendo le piste sciistiche, si scende poi al Rifugio Corsini, un altro rifugio del CAI situato a 1250 metri di altitudine. Da qui si svolta in direzione sud est e si raggiunge Pian di Trebbio. A breve distanza si trova l’abitato di Serravalle di Carda, dove termina la tappa.

Il sentiero Italia da Pieia a Serravalle di Carda è un’esperienza unica per gli amanti della natura e della storia, che potranno immergersi in paesaggi incantevoli e scoprire le testimonianze di un passato ricco e turbolento. Come diceva il poeta Giacomo Leopardi, il bello de’ monti / non è sol ne’ contorni / ma ne’ varii recessi / che celano altrui pregi / e fan dolce l’impegno / d’andarne in traccia al pellegrino ingegno.